Teatroterapia: al Fatebenefratelli il teatro diventa riabilitazione

0
121


Dal mese di Gennaio 2016 all’ANTAS è affidata la gestione di un laboratorio teatrale da parte del Complesso Integrato Riabilitato “ San Giovanni di Dio ” dell’Ordine religioso Fatebenefratelli.
Il Laboratorio vede coinvolti diversi utenti con patologie psichiatriche, appartenenti rispettivamente alla Riabilitazione residenziale per la disabilità psichica (IDR) e alla Residenza Sanitaria Assistenziale (RSA).
Il laboratorio teatrale è un luogo di libera espressione, una dimensione ‘altra’ in cui la persona può incontrarsi e incontrare. L’incontro avviene attraverso la riscoperta del corpo come risorsa intima e unica.
L’espressione corporea favorisce la ricerca di una diversa possibilità comunicativa dando vita a nuovi luoghi, luce dell’espressività umana. Gli spazi che l’individuo esplora e conquista, insieme al gruppo, favoriscono il ri-gioco di energie nascoste riscoprendo la naturalezza che i bambini hanno nel diventare con il corpo e con la voce, percependoli come strumenti che possono creare nuove e inattese realtà.
La libera espressione acquista un valore differente quando parliamo di persone affette da disturbi psichiatrici, sperimentare una possibilità espressiva che si allontani dagli automatismi compiuti ogni giorno, diviene impresa sfidante.
Parola chiave di questo percorso è Ricerca; la ricerca del senso, di una nuova consapevolezza e volontà d’azione; cercando, come afferma W. Whitman, di esprimersi letteralmente con la perfetta rettitudine e naturalezza dei movimenti degli animali e l’incontrovertibile purezza di sentimento degli alberi nei boschi e dell’erba lungo i sentieri.