Distanti ma uniti… anche in reparto grazie ai tablet di Antas!

0
722

Altro obiettivo raggiunto per Antas Onlus, a dimostrazione che nemmeno il Coronavirus può fermare una buona azione, soprattutto se viene fatta col cuore.

Martedì 19 maggio sono stati infatti consegnati al reparto di Fibrosi Cistica del Policlinico Umberto I i primi tre tablet dei dieci donati ad Antas dalla Fondazione Lo Specchio dei Tempi di Torino, che avranno la finalità di colmare quella distanza che separa un paziente dai suoi cari in un momento tanto difficile, ma non solo. I dispositivi saranno utili ai piccoli pazienti anche per non perdere la didattica online durante il ricovero, così da non rimanere indietro col programma scolastico e da non essere isolati dal gruppo classe nemmeno per un giorno.

Infine, uno degli scopi principali di questa iniziativa, sarà quello di permettere ai nostri volontari Clown del Sorriso di praticare la clownterapia a distanza, con l’ausilio delle videochiamate, visto che al momento gli accessi in ospedale rimangono contingentati a scopo cautelativo. Ogni paziente potrà infatti mettersi in contatto con un clown ad un determinato orario prestabilito e trascorrere così qualche attimo in piacevole compagnia.

Si tratta di dispositivi di ultima generazione, configurati in modo che siano facilmente accessibili a tutti e ottimizzati per garantirne la versatilità – dalle app di intrattenimento a quelle per le videochiamate – il tutto mantenendo i dovuti criteri di sicurezza imposti dal periodo.

Un’iniziativa ideata e voluta da Antas, per stare accanto ai pazienti e alle loro famiglie in un momento di massima difficoltà come questo.

L’emozione è stata indescrivibile al momento della consegna, quando le porte del reparto Fibrosi Cistica si sono aperte e ad accogliere i membri di Antas c’era proprio il Primario il dott. Giuseppe Cimino, accompagnato dalla caposala Lidia Santacroce e da alcuni infermieri di turno, tra cui la nostra referente Angela Ciminelli, professionisti a cui Antas manda i più profondi ringraziamenti per l’estrema disponibilità e gentilezza dimostrate.

Ma l’avventura di Antas non si ferma qui, ci sono ancora nuovi reparti da raggiungere e tanti pazienti da far sorridere, la nostra missione è solo all’inizio, rimanete sintonizzati per scoprire come faremo. Perchè siamo fermamente convinti che ogni piccolo gesto possa condurre verso grandi cose…